Carretti


Quella del carretto siciliano è sicuramente una tradizione da tramandare e un tesoro da custodire.
A Misterbianco c’è una splendida collezione privata di carretti siciliani.
E’ l’oggetto più conosciuto e caratteristico dell'arte popolare siciliana.
Nato come mezzo di trasporto, strettamente legato alla storia economica e culturale dell’isola oggi è diventato il simbolo della Sicilia e della sua tradizione.
Questi “capolavori” si manifestano agli occhi di chi li osserva con una fantasmagorica esplosione di colori: il giallo, il rosso, il verde e il turchino, i colori della passione, del sole siciliano, dello zolfo, delle arance e dei limoni, del ficodindia, del cielo e del mare, della lava che sgorga dall’Etna.
Temi centrali sono le gesta dei paladini di Francia con le figure predominanti di Orlando e Rinaldo.
Figure semplici ma belle, che sembrano balzare fuori con la loro ingenuità e danzare insieme al carretto.
Il carretto siciliano è un’opera d’arte, in ogni singolo pezzo che lo compone.
Oggi incontrare un carretto, tirato da un cavallo o un mulo, per le vie della città o per le strade di campagna è una rarità.
Tuttavia durante qualche festività a carattere folkloristico ne possiamo ammirare addobbati, dipinti e con lustre bardature montate sul cavallo.
Ogni carretto, quindi è ormai gelosamente custodito dai pochi e fortunati proprietari che lo possiedono.